Il colle di Monte Berico e le Ville

Il Santuario di Monte Berico è il simbolo della devozione mariana vicentina ed un sontuoso ed elaborato esempio di architettura religiosa barocca, rara a Vicenza. Al suo interno cela un tesoro di opere d’arte, tra le quali la più nota è sicuramente la splendida Cena di San Gregorio Magno di Paolo Veronese.

Il piazzale di fronte al santuario offre una vista spettacolare sulla città di Vicenza e si apre di fronte allo splendido anfiteatro delle Prealpi.

Per chi desidera fare un viaggio tra le memorie dei protagonisti delle vicende belliche che caratterizzarono la città, pluridecorata al valore, è possibile visitare il Museo del Risorgimento e della Resistenza, a pochi passi dalla chiesa di Monte Berico e circondato da un parco secolare. Ingresso a pagamento, info qui

Con una breve passeggiata si raggiunge Villa Valmarana ai Nani (ingresso a pagamento, info qui) dove ci attende l’incanto delle opere dei Tiepolo padre e figlio: nella Palazzina colore, dramma, favole, epica ci introducono in quell’atmosfera settecentesca sfavillante ed evanescente mitigata solo in parte dalla visita della Foresteria, dove realismo e velata ironia si celano dietro scene campestri e incontri galanti.

Il percorso si può concludere con la visita degli esterni di Villa Capra detta la Rotonda (ingresso a pagamento, info qui), capolavoro indiscusso di Andrea Palladio e armonioso elegante esempio di sublime finezza d’ingegno sia dell’Architetto che del suo Committente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto