VILLA SARACENO

Isolata come agli albori nelle campagne di Agugliaro si incontra VILLA SARACENO, edificata da Andrea Palladio tra il 1546 e il 1555 per Biagio Saraceno.

Un accurato restauro ha recuperato quest’opera giovanile del grande architetto che riorganizzò la precedente corte agricola creando quella che sarà la villa-fattoria tipica dell’entroterra veneto del 1500.
Ad essere realizzata secondo il disegno palladiano fu solo la fabbrica centrale: la barchessa che vediamo oggi è stata costruita solamente nel 1800.
La tripartizione degli spazi in orizzontale e in verticale lascia intuire lo stile tipico di Andrea Palladio per le sue ville venete: le cucine nell’interrato, il piano nobile e il granaio; la sezione centrale aggettante, con due finestre laterali sormontate da un piccolo impano. Tutto a sottolineare la linearità e l’efficacia della sua semplicità. Gli apparati pittorici sono posteriori a Palladio. Li commissionò infatti Pietro Saraceno, figlio di Biagio. Sul soffitto della loggia spicca “L’Allegoria della Ricchezza” di Domenico Brusasorci.
Molto interessante il ritratto di Biagio Saraceno nelle vesti di un militare, a sottolineare il carattere celebrativo e il richiamo alle virtù soldatesche degli aristocratici veneziani in un periodo in cui la Serenissima è scossa dai conflitti contro gli Ottomani per il predominio nel Mediterraneo.

E se incuriositi decidete di fare una sosta più lunga, potete continuare il vostro tour delle ville del basso vicentino con una miriade di altre dimore straordinarie. Un consiglio? Villa Pisani, detta la Rocca Pisana, a Lonigo o Villa Fracanzan Piovene ad Orgiano, Villa Pojana e villa Pisani Bonetti

Organizza la tua visita con We Tour Guide: info@wetourguide.it 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto