…..per una pausa di qualità

Per il viaggiatore curioso non c’è nulla di più attraente che un posticino dove andare a degustare qualche specialità, lontano dai circuiti turistici e frequentato dalla gente del luogo.
A Vicenza i buoni ristoranti non mancano, ma se preferite invece sbocconcellare qualcosa di gustoso e tipico senza fermarvi per ore seduti a tavola, ecco un vademecum per deliziare il palato e soddisfare la curiosità di conoscere la città al di là dell’arte e della storia.
Vale una sola regola: abbandonate completamente l’idea che a Vicenza si mangia solo bacalà (….o gatto? ) e si beve solo lo spritz. Tra un cicheto (qualcosa che assomiglia alle tapas, un bocconcino a base di pesce, carne o verdure), e un bicchiere di buon vino per ritemprarsi dalle lunghe camminate, potreste riscoprire una genuinità e un’originalità insospettabili.
La nostra non è una classifica, ma una piccola guida per assaggiare un morso di Vicenza. I locali che indichiamo sono sicuramente tra i migliori che abbiamo provato, e sono alcuni tra quelli che ci sentiamo di suggerire. La lista è lunga, e nelle prossime rubriche vi sveleremo altri percorsi del gusto!
Cincinnino_1Il Cincinnino – www.facebook.com/ilcincinnino
Corso Fogazzaro 73
Aperto dal martedì al sabato 11-14 e 18-22
Chiuso la domenica e il lunedì

Autentico street food di qualità, unisce il vero gusto della Toscana trova ospitalità nel pieno centro storico della città di Palladio. Il piccolo banco straripa di delizie che vanno dai crostini, alla Pappa al Pomodoro, per finire con la schiacciata alla porchetta o alla finocchiona. Ma il fiore all’occhiello di questo locale è il Wine Dispenser, che permette di conservare e servire i vini alla temperatura e alle condizioni ideali: tra i bianchi non mancano Sauvignon, Chardonnay e il toscanissimo Campotrovo. Imperdibile tra i rossi il Morellino, ma sarà il Cingalino che stupirà le vostre papille. Magari abbinato al Crostino con Salsiccia e Stracchino, vera specialità gourmet di questo sfizioso locale.
Bar Borsa_1

Il Bar Borsa – www.barborsa.com
Piazza dei Signori, 26
Aperto il lunedì dalle 18.00 alle 2.00
dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 2.00

Facilissimo da trovare: basta non limitarsi a guardare la Basilica Palladiana, ma passare sotto le sue logge, dove si scorgeranno i coloratissimi tavolini di questo locale, al riparo delle arcate medievali. A qualsiasi ora si approdi qui si troverà pane per i propri denti: in tarda mattinata si parte con un brunch a base di uova, pancetta e omelette, passando poi per gli appetitosi club sandwich. Non mancherà un ritorno alla tradizione vicentina con un buon piatto di polenta e bacalà. La cucina avrà sicuramente ampia scelta anche per i vegetariani ai quali è dedicato un menu ad hoc.
Al Bar Borsa, la sera, non manca la musica live. Ecco che accompagnati dal sound check del gruppo jazz di turno, si può gustare uno dei loro originalissimi cocktail: provate il 10 e lode, gin e tonica homemade, e Palladio non avrà più alcun segreto per voi!

lA mENEGHINA_1 La Meneghina – www.meneghina.com
Contra’ Cavour, 18
Aperto da martedì a venerdì 11-15 e 17 – 0.15
Sabato 11-2.00
Domenica 11-0.15
Chiuso il lunedì

Questo locale storico di Vicenza può essere considerato il Florian de noartri”. L’antica offelleria infatti è aperta fin dal 1791, e davvero ne ha viste di cose! I patrioti vicentini sobillavano rivolte nascosti in quella che oggi è una intima saletta nel sottoscala e si può dire che un pezzo di storia del nostro Risorgimento sia stata scritta proprio qui.
Oggi questo prestigioso locale è gestito invece da un team di giovanissimi imprenditori, la cui specialità è il “pezzo”, né focaccia, né pizza: una base di pasta fatta lungamente lievitare, fino a 48 ore, su cui si possono poi stendere strati di burrata, pomodorini, crema al radicchio o vellutata di zucca, pesce e verdure. Una volta sazi, nessun problema a concludere lo spuntino con un amaro speciale: la bottiglieria del locale è ben fornita di ogni genere di distillato. Che ne dite allora di cominciare con una focaccia con pomodorini confit, fior d’Agerola, dressing di basilico e olive taggiasche.. E poi finire con sbriciolona toscana, erbette di campo e ricotta.. Dite che sia troppo e non ce la fate più? Nessun problema: il motto della Meneghina è:  Se non puoi restare portalo via con te, if you can’t stay #takemeaway.

la meneghine_2